La leggenda del rock Rod Stewart parla della registrazione del nuovo album a 79 anni

Rod Stewart e Jools Holland hanno deciso di riunirsi per realizzare un album di vecchi classici jazz dell'era swing degli anni '30 e '40: il vecchio rocker incontra i vecchi successi

910
La leggenda del rock Rod Stewart parla della registrazione del nuovo album

È una cosa rara e bella quando due passioni, condivise da due persone, si uniscono così felicemente e quando i risultati producono due tipi di divertimento. Prendi Rod Stewart, leggenda del rock e appassionato di modellini di treni, e Jools Holland, leader di una big band e appassionato di modellini di treni. Si scopre che Stewart ha chiamato Holland qualche tempo fa per parlare dei treni e magari organizzare un appuntamento per giocare.

Eravamo molto consapevoli del reciproco amore per i modellini ferroviari“, ha detto Stewart. “Quando ci incontriamo per parlare di musica, prima di tutto parliamo di treni.  Allora, cosa succede con il tuo layout? Sto costruendo questo…  E poi passiamo alla musica.

rod-stewart-treno-set.jpg
“Ci vediamo stasera su un treno per il centro?” Rod Stewart mostra il suo modellino di treno. CBS news

I due hanno deciso di riunirsi per realizzare un album di vecchi classici jazz dell’era swing degli anni ’30 e ’40: il vecchio rocker incontra i vecchi successi. E hanno girato questo piccolo video teaser in una stazione ferroviaria di Londra (naturalmente): 

Rod Stewart e Jools Holland eseguono “Almost Like Being in Love”:

La connessione tra il rock ‘n’ roll degli anni ’50 e lo swing è molto, molto stretta; si fondono l’uno nell’altro“, ha detto Stewart. “Ci sono un paio di brani nell’album – brani! – molto vicini al rock ‘n’ roll. In effetti, sono rock ‘n’ roll“.

L'articolo continua dopo la pubblicità

E dovrebbe saperlo. Dal suo successo rivoluzionario, “Maggie May“, nel 1971, Rod Stewart ha venduto più di 120 milioni di dischi, in una carriera durata sessant’anni e ancora in corso. Non è solo un sopravvissuto dell’era del rock, è anche un cavaliere del regno: Sir Rod.

Quell’aspetto e quel suono caratteristici in qualche modo non sono invecchiati, o troppo vecchi. I capelli irti, la voce roca da “Sono stato fuori tutta la notte“, erano scelte che ha fatto, scelte su cui ha lavorato: “Volevo suonare come Sam Cooke e tutti i grandi, grandi cantanti R&B, ed è così che è successo“, ha detto. “Se non fosse stato per Sam Cooke, forse non ci sarebbe un Rod Stewart“.

Quindi ha lavorato su quella voce roca e rauca? “Non ho provato a renderla davvero roca, è semplicemente così che è venuta fuori. Ha qualcosa a che fare con il mio naso e la mia gola, ed è solo un grosso incidente. In effetti, sai, ho una frattura naso qui che mi sono fatto quando avevo 19 anni, quando giocavo a calcio. E recentemente un medico ha detto: “Se sistemiamo questa cosa, lascia che ti faccia un bel naso dritto, sai, potresti perdere la voce”. ‘Lascia stare, amico! resterò con il naso piegato’

Il punto era non avere l’aspetto e il suono di tutti gli altri.

Rod Stewart canta “Sailing”, del 1975:

Eppure il numero di Rod Stewart che ora sembra così iconico non è stato, all’inizio, facile da vendere: “Oh, accidenti, sì, sì. La prima volta che sono andato in una casa discografica era la Decca Records, molto tempo fa, e avevo 19 anni“. Dissero che ero troppo rude, e che sembravo davvero strano – avevo i capelli e il naso. Piacevano i bei ragazzi.

Ma era l’antitesi del “bel ragazzo rocker“. “Sì, beh, guarda la sua faccia. Cos’altro avrei potuto essere se non un cantante rock?

Un cantante rock che, per decenni, ha condotto una vita leggendaria nel rock ‘n’ roll. Otto figli di cinque madri diverse dopo, a 79 anni, non chiedergli se sta rallentando. “No, non mi sto rilassando!” Ha detto.

Sta accelerando? “No, non sto accelerando. Voglio dire, ho più di 60 concerti quest’anno. Non è ancora il momento per il club della pipa e delle pantofole, sai?

Phillips ha detto: “Sembra che tutti raggiungano un punto in cui dicono: ‘Va bene, basta, è stato divertente’

No. Niente affatto“, ha risposto Stewart. “È una droga. Dà dipendenza in un certo senso alzarsi e cantare davanti a, sai, 5, 10, 20mila persone ogni sera, mandarli tutti a casa felici, sorridenti. È meraviglioso. Che lavoro! Non lo so. Non voglio arrendermi!“.

Non mollare, ma addolcirsi, forse, adeguandosi ai tempi.

Rod Stewart e Jools Holland eseguono “Pennies From Heaven”:

Alla domanda su come è cambiata la vita per lui, ha risposto: “Beh, sono felicemente sposato ormai da… quanti anni? Dal 2007. Mi sono sposato, sono felicemente sposato, ho una donna meravigliosa , bambini meravigliosi. Quindi, in questo senso ho rallentato, se capite cosa intendo!“.

Stewart ora vive nella sua tenuta di campagna inglese con la sua famiglia, la sua Ferrari e la sua Lamborghini (non esattamente rallentando).

Ha sfoggiato la sua Ferrari, per la quale ha detto di aver pagato 4,5 milioni di sterline: “La gente potrebbe pensare che sia una follia spendere tutti quei soldi per un’auto, ma è un grande investimento“, ha detto. “In realtà adesso costano sette o otto milioni… È come comprare una casa che si muove!“.

rod-stewart-ferrari-1280.jpg
Rod Stewart con la sua casa che si muove. CBS news

Per te quando compri un’auto, è come comprare una casa“, ha detto Phillips. “Quando il resto di noi compra un’auto, è come comprare un’auto“.

Sono stato molto fortunato“, ha risposto Stewart. “Ma io ho un talento straordinario e tu no!” Touché.

Un talento straordinario che circola ancora, come i suoi treni.

Puoi ascoltare in streaming l’album “Swing Fever” di Rod Stewart con Jools Holland facendo clic sull’incorporamento di seguito (è necessaria la registrazione gratuita su Spotify per ascoltare i brani per intero).

Home