La forza del suono

Il suono ha il potere di commuoverci. Compositori, ingegneri e sound designer scoprono e implementano da centinaia di anni i suoi principi fondamentali, riconoscendo la forza del suono sulla mente, sul corpo, sull’anima e sul comportamento umano

84
La forza del suono
La forza del suono

Il suono ha il potere di commuoverci. Compositori, ingegneri e sound designer scoprono e implementano da centinaia di anni i suoi principi fondamentali, riconoscendo la forza del suono sulla mente, sul corpo, sull’anima e sul comportamento umano.

Nella musica gli accordi maggiori e minori suscitano emozioni specifiche. Le frequenze sonore specifiche dimostrano qualità curative in grado di calmare la mente e il corpo. Alcuni ritmi, se ripetuti all’ascoltatore, possono effettivamente rallentare la respirazione e la frequenza cardiaca attraverso i principi del trascinamento.

Made Music Studio a New York City, è uno dei principali innovatori ed esperti nella scienza dei suoni e progetta paesaggi sonori coinvolgenti per i suoi clienti da quando è stato fondato quasi 25 anni fa nel 1998. Ricerca condotta da Made Music Studio rileva che esiste una correlazione pari all’86% tra il suono di un evento o di un’esperienza e il desiderio di ritornare in quello spazio. Secondo Made Music Studio, questa correlazione avviene a livello subconscio.

Le frequenze sonore sono al centro degli ultimi sviluppi nella ricerca e nell’innovazione del suono. Una nuova ricerca sta rivelando come diverse frequenze sonore (misurate in Hz) possono imitare e indurre l’attività elettromagnetica all’interno del cervello.

Uno studio sul cervello attualmente in corso sta cercando di comprendere meglio gli effetti della risonanza di Schumann (che si presenta come 7,8 Hz e sembra essere correlata con il cervello quando è nello stato di “flusso”) e come può avvantaggiare i lavoratori in ufficio. Anche la simulazione del battito uditivo sta dimostrando risultati promettenti nel trattamento dell’ansia portando il cervello nella gamma di frequenze Theta (4-7 Hz). Questo stato cerebrale ha dimostrato la capacità di promuovere una sensazione di benessere generale tra i partecipanti allo studio.

Un altro studio affascinante, recentemente condotto dal Dr. Glen Rein, Ph.D., è stato condotto utilizzando una frequenza di solfeggio (528 Hz). Le frequenze del solfeggio sono ampiamente utilizzate nella musica sacra da migliaia di anni e si basano sui chakra karmici. Sono stati condotti esperimenti in vitro per determinare l’assorbimento della luce nel DNA in seguito alla stimolazione sonora. Le onde sonore udibili a 528 Hz sono state riprodotte da una varietà di generi musicali e si è scoperto che creano risonanza nel DNA con effetti curativi.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Uno studio sulla fibromialgia rivela l’effetto della stimolazione sonora a bassa frequenza sui pazienti

Articolo estratto da forbes

Home Dokeo.it