Il ritorno dei CCCP 40 anni dopo: le date del tour

I CCCP, storica band reggiana, torna sul palco per la gioia dei vecchi fan: le date del tour. Guarda il video del classico "Annarella"

96
Il ritorno dei CCCP 40 anni dopo: le date del tour

I leggendari Cccp, gruppo che ha segnato la storia del punk italiano negli anni Ottanta, hanno annunciato con entusiasmo la loro reunion e un tour previsto per l’estate del 2024.

La tappa veneta toccata dalla band non deluderà i fan della regione, con una data speciale prevista per l’AMA Preview a Romano d’Ezzelino, situata nella suggestiva provincia di Vicenza presso Villa Ca’ Cornaro. Il 12 luglio sarà una serata memorabile, con la presenza attesa di Giovanni Lindo Ferretti, Massimo Zamboni, Annarella Giudici e Danilo Fatur sul palco.

Il ritorno dei CCCP

L’evento annunciato nell’introduzione promette di essere un’occasione unica per rivivere l’energia e la potenza dei classici brani dei Cccp, oltre a sperimentare l’emozione di vedere la band riunita di nuovo in azione.

L’atmosfera e l’entusiasmo saranno palpabili, mentre i vecchi e i nuovi fan si uniranno per celebrare l’eredità musicale di una delle band più iconiche della scena punk italiana. Per tutti coloro che non vedono l’ora di garantirsi un posto a questo evento imperdibile, le prevendite dei biglietti saranno disponibili a partire dalle 18:00 di giovedì 14 marzo attraverso i consueti canali online.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Le date del tour

Il tour dei Cccp porta il nome di “In fedeltà la linea c’è”, le date sono le seguenti:

  • 21 maggio Bologna (Piazza Maggiore)
  • 23 maggio Milano (MI AMI Festival)
  • 13 giugno Roma (Ippodromo delle Capannelle)
  • 27 giugno Collegno  (Flowers Festival)
  • 28 giugno Perugia (Barton Park)
  • 4 luglio Catania (Villa Bellini, Summer Fest)
  • 12 luglio Romano d’Ezzelino (Villa Ca’ Cornaro, Ama Festival)
  • 21 luglio Servigliano (NoSound Fest)
  • 26 luglio Firenze (Musart Festival)
  • 3 agosto Alghero (Anfiteatro Ivan Graziani)
  • 9 agosto Melpignano (SEI Festival)

Oltre a ciò vi rendiamo disponibili anche le date dell’Ama music festival di Romano d’Ezzelino, qui di seguito

AMA Preview

  • Queens Of The Stone Ages il 5 luglio
  • CCCP il 12 luglio
  • Tedua il 13 luglio

AMA Festival

Il ricco programma dell’AMA Festival è già in fase di definizione, con alcuni grandi nomi pronti a calcare il palco nei giorni selezionati. La line-up attualmente include The Offspring, che si esibiranno il 21 agosto, inaugurando il primo giorno del festival con la loro carica punk. Il 23 agosto sarà la volta di Frah Quintale insieme a Coez, Il Tre e Clara, promettendo una serata intensa e variegata di musica italiana contemporanea. Infine, per concludere in bellezza, il 24 agosto vedrà la presenza di Paul Kalkbrenner, uno dei più rinomati artisti della scena elettronica internazionale, che garantirà un’esperienza indimenticabile per tutti i partecipanti.

Chi sono i CCCP?

I Cccp sono una band italiana formatasi nel 1982 a Berlino Ovest. Il gruppo è stato fondato da Giovanni Lindo Ferretti (voce) e Massimo Zamboni (chitarra), con il contributo significativo di altri membri chiave come Annarella Giudici (basso) e Danilo Fatur (batteria). Il nome “Cccp” è stato scelto in riferimento all’Unione Sovietica, riflesso dell’ideologia politica del gruppo.

I Cccp sono ricordati per essere una delle band più influenti della scena punk e alternative italiana degli anni ’80. Il loro stile musicale era caratterizzato da sonorità punk rock, con influenze che spaziavano dal post-punk al rock alternativo. Le loro canzoni erano spesso caratterizzate da testi politicamente impegnati e provocatori, che affrontavano temi sociali, politici e culturali con una forte critica verso il sistema sociale ed economico dell’epoca.

La band ha pubblicato diversi album iconici che hanno contribuito a definire il stuo status pionieristico della scena punk italiana. Tra i loro lavori più noti dei Cccp ci sono “Affinità-Divergenze fra il Compagno Togliatti e Noi” (1986), “Canzoni, Preghiere, Danze del II Millennio – Sezione Europa” (1990) e “Socialismo e Barbarie” (1990). Questi album sono diventati pietre miliari della musica alternativa italiana e hanno consolidato la reputazione degli artisti in questione come uno dei gruppi più influenti del suo tempo.

I Cccp si sono sciolti nel 1990, lasciando dietro di sé un’eredità musicale duratura. Dopo il loro (momentaneo) addio, i membri della band hanno intrapreso progetti musicali individuali. Giovanni Lindo Ferretti ha proseguito la sua carriera musicale sia da solista che con altre band, mentre Massimo Zamboni ha continuato a dedicarsi alla musica e alla scrittura. Tuttavia, l’influenza dei Cccp sulla scena musicale italiana è rimasta forte e continua ad ispirare artisti e appassionati di musica alternativa. Ora il graditissimo ritorno per la gioia dei fan!