Aldous Huxley – Sesso, droga e rock and roll negli anni ’60

Aldous Leonard Huxley nacque il 26 luglio 1894 a Los Angeles, morì il 22 novembre 1963 è stato uno scrittore e filosofo britannico

126
Aldous Huxley - Sesso, droga e rock and roll negli anni '60
Aldous Huxley - Sesso, droga e rock and roll negli anni '60

Aldous Huxley scrisse Brave New World in cui descriveva l’uso di un farmaco psicotropo fittizio per il controllo di massa di una popolazione sottomessa. Più tardi nella sua vita scoprì i veri allucinogeni: prima la mescalina e poi l’LSD. Li sperimentò e concluse che potevano essere usati come agenti per la scoperta di sé e l’illuminazione, come descritto nel suo ultimo romanzo utopico Island.

Aldous Leonard Huxley nacque il 26 luglio 1894 a Los Angeles, morì il 22 novembre 1963 è stato uno scrittore e filosofo britannico.

Una storia narra che Huxley venne introdotto per la prima volta alla mescalina negli anni ’30 dal famoso occultista Aleister Crowley (“la grande bestia”, “l’uomo più malvagio del mondo”). Successivamente avrebbe scritto della sua esperienza con la mescalina nel suo libro The Doors of Perception, letto da ogni hippie negli anni ’60. Huxley riteneva che l’esperienza allucinogena fosse qualcosa che poteva essere veramente rivelatorie. Queste idee presuppongono che la scoperta e l’uso di allucinogeni presenti in natura da parte dei popoli antichi abbia avuto una grande influenza sulle loro idee emergenti sul mondo spirituale e sullo sviluppo delle loro civiltà. Come disse una volta Huxley, “la farmacologia è venuta prima dell’agricoltura”.

Aldous Huxley Le porte della percezione
Aldous Huxley Le porte della percezione

Molte società hanno convissuto  felicemente con l’uso diffuso di psicotropi. La cannabis ad esempio era utilizzata dall’antichità nel subcontinente indiano, la cocaina nel Sud America precolombiano e allucinogeni, come la psilocibina e l’ayahuasca, nell’America centrale e meridionale. L’assunzione di droghe sembra suggerire qualcosa di precristiano o pagano, che non si adatta bene alle società che pensano che le ricompense dovrebbero essere il risultato del nostro lavoro.

Perché dovremmo essere a conoscenza di una profonda esperienza psicologica semplicemente prendendo una pillola? Non abbiamo lavorato per ottenerla, vero? È anche vero che oggi i preparati disponibili di molti farmaci sono di elevata purezza, il che rende i loro effetti più immediati e potenti. Quindi, forse abbiamo davvero bisogno di leggi per “proteggere” la nostra società da queste sostanze. La maggior parte delle persone concorderebbe sulla necessità di alcuni limiti.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Ci si potrebbe chiedere chi è che stabilisce che questi farmaci non hanno alcun potenziale per uso medico o altro uso generale. Le droghe come l’LSD e la psilocibina non creano dipendenza nel senso normale del termine, e Huxley sosteneva che potevano essere usate illuminante per l’auto-miglioramento. Le leggi esistenti negli Stati Uniti e in Gran Bretagna non riflettono queste possibilità. La maggior parte di queste leggi sono il residuo di opinioni politiche entrate in gioco nella prima parte del XX secolo, quando si sapeva poco sul funzionamento degli psicofarmaci o sui pericoli realmente associati al loro uso.

Huxley studiò ad Oxford laureandosi con il massimo dei voti e la lode e dove iniziò ad affinare la sua vera arte: la saggistica. I suoi saggi sul misticismo droghe psichedeliche sono i luoghi in cui Huxley raggiunse il suo apice in creatività ed espressione. L’interesse di Huxley per il misticismo e la religione esoterica risale al suo libro del 1945 intitolato The Perennial Philosophy. Questo saggio di 300 pagine enumera molti dei concetti fondamentali del pensiero mistico, esaminando migliaia di citazioni tratte dagli scarabocchi di saggi e mistici nel corso della storia.

La Filosofia Perenne adombrava la successiva ossessione di Huxley per le sostanze psichedeliche e le esperienze religiose indotte dalla droga. Drugs that Shape Men’s Minds era un saggio che Huxley pubblicò nel 1958. Dopo aver preso la mescalina per poi passare all’uso occasionale di LSD.

Hip Pop – sottogeneri e caratteristiche

Huxley iniziò a meditare a come le droghe e altri stati alterati di coscienza abbiano influenzato la religione e la teologia: perché l’umanità è così ossessionata dagli stati alterati di coscienza? “C’è un paradosso qui e un mistero”, scrive Huxley. “Perché una tale moltitudine di uomini e donne dovrebbero essere così pronti a sacrificarsi per una causa [cioè la dipendenza dalla droga] così totalmente senza speranza e in modi così dolorosi e così profondamente umilianti?” La risposta: perché gli esseri umani, per molti millenni, hanno usato droghe per trascendere se stessi e sperimentare un insieme di sentimenti e pensieri che possono essere descritti solo come “religiosi” o “spirituali”.

Il tragico Club 27 delle celebrità

Huxley diceva: “Il problema della dipendenza dalla droga e del bere eccessivo non è semplicemente una questione di chimica e psicopatologia, di sollievo dal dolore e di conformità con una cattiva società. È anche un problema di metafisica – un problema, si potrebbe dire, di teologia”. A differenza dell’alcol e delle altre droghe pesanti, le sostanze psichedeliche hanno pochi o nessun effetto collaterali negativi.

Aldous Huxley ispirò Morrison, tanto che il giovane musicista chiamò la sua band in onore del suo libro The Doors of Perception. Pubblicato nel 1954, il libro esplora l’esperienza di Huxley con la mescalina, con lo scrittore che sostiene che le sostanze psichedeliche possono aiutare la creatività. Il titolo è stato preso da Il matrimonio del paradiso e dell’inferno di William Blake: “Se le porte della percezione fossero purificate, tutto apparirebbe all’uomo così com’è: infinito”.

The Doors

Huxley ispirò anche l’uso delle droghe psichedeliche del movimento hippie degli anni ’60. “Fanno la loro comparsa stimolatori delle facoltà mistiche fisiologicamente a costo zero, o quasi, e presto ne arriveranno sul mercato molti tipi. Possiamo essere abbastanza sicuri che, non appena saranno disponibili, verranno ampiamente utilizzati. L’impulso all’autotrascendenza è così forte e così generale che non può essere altrimenti”. Sebbene Huxley metta in guardia contro l’eccessiva esaltazione dell’esperienza psichedelica, la propone tuttavia come una soluzione a uno dei maggiori problemi con cui la nostra cultura ha lottato a partire dall’Illuminismo.

Molti pensano che stiamo perdendo un’opportunità ignorando il potenziale di queste sostanze, bloccati nei nostri atteggiamenti conservatori, non illuminati e confusi. Aldous Huxley aveva visioni di una futuristica distopia totalitaria della società senza droghe.

Rapper più ricchi del mondo: Patrimonio netto Top 10 a gennaio 2024

Hip Pop – sottogeneri e caratteristiche

Rapper più ricchi del mondo: Patrimonio netto Top 10 a gennaio 2024